venerdì 5 novembre 2010

Are you ready to wear Chanel ?







Cold winter is coming ... 


CHANEL  Fall - Winter  2010 / 11  
Iceberg,temperature vicino allo zero,vento ghiacciato,ed un ambientazione da Circolo Polare Artico nel centro di Parigi e il luogo scelto per lo spettacolo non poteva altro che essere il Grand Palais.

Una superficie di 5.300metri quadrati,tre orsi,una passerella dipinta con un effetto trompe l'oeil,per dare l'impressione di profondità su un lastrone di ghiaccio al quale è stato aggiunto uno strato superficiale di acqua. Monsieur Karl ha anche assunto per l'occasione 35 scultori del ghiaccio che, in 6 giorni, hanno tagliato 240 tonnellate di 'snice'(preparato di neve-ghiaccio fatto arrivare direttamente dalla Scandinavia),per modellare un iceberg di oltre 8,5 metri.Ma forse la cosa piu impressionante di Lagerfeld è a questo punto che non solo sa come mettere in scena uno spettacolo da lasciare tutti a bocca aperta e creare collezioni al di sopra di ogni immaginazione e stile, ma che quello che noi pensiamo di conoscere di lui non è nient'altro che la punta dell"iceberg".


The spectacle, which took place at the Grand Palais (Paris) is the:
 Chanel's A/W 2010/11 Ready to Wear show.
Inside the 5,300-metre squared box, the runway was painted with a trompe l'oeil effect, giving the impression of deep, glacial ice underneath. This was topped with a shallow layer of water. Chanel had also hired 35 ice sculptors who, over the course of 6 days, hewed 240 tonnes of 'snice' (frozen snow-ice) into a dramatic icescape, reaching 8.5 metres at its highest point. Models donned special transparent  Perhaps the most impressive thing about Lagerfeld though is that he doesn't just know how to stage a hell of a show – first and foremost he delivers a consistently strong collection – production is merely the tip of the iceberg…



Nessun commento:

Posta un commento

Thanks for commenting! And if you like it, feel free to follow, i promise you I will do my best to follow back and respond to each one of you ...

With Love | The-parisienne.com